Problema educazione bimbo

Rispondi
Finlay
Dormiente
Dormiente
Messaggi: 5
Iscritto il: mar, 06 nov 2012 - 8:33 pm
Contatta:

Problema educazione bimbo

Messaggio da Finlay »

Ciao, sono papà di un bimbo di sei anni e sono preoccupato per la progressiva perdita d’autorità nei confronti di mio figlio dovuto a mia moglie (che è poi la mamma) che si interpone spesso fra di noi nel momento del conflitto, andando contro alle mie decisioni.
Quando mio figlio è solo con me non ci sono problemi perché abbiamo un ottimo rapporto costruito su un semplice ed educativo sistema di premio punizione (portandolo a giocare quando si comportava bene, spegnendogli la tv quando si comportava male o cose simili, senza mai usare la forza) ma non si può dire altrettanto di quand’è con la mamma, che non gli ha mai vietato nulla e comprato giochi e dispensato premi ad ogni occasione: l’ha viziato, in poche parole, e lui di conseguenza si diverte a fare dispetti, a mettere in disordine, a fare l’opposto di quello che gli si dice ecc.
Parlare con mia moglie dicendole di cambiare atteggiamento, di essere più educativa, non ha portato mai alcun frutto perché non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, ma questo non mi preoccupa fino a quando almeno io riesco ad indirizzare il bimbo verso la retta via; ma il problema è ora che mia moglie mi impedisce di esercitare la mia autorità che lo vedo come un pericolo, perché il bimbo nei prossimi anni, crescendo, rischia di prendere il sopravvento su entrambi noi genitori.
Arrivando al punto, secondo voi quali sistemi efficaci si possono utilizzare per educare il proprio figlio che siano indipendenti dal comportamento della madre? (Dando per scontato che parlare con la mamma è come parlare al muro). Grazie

__________________
Cerchi un natale regalo originale? regaloidee.org
Ultima modifica di Finlay il sab, 21 giu 2014 - 8:20 pm, modificato 1 volta in totale.
davide
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 53
Iscritto il: dom, 01 mag 2011 - 12:12 pm

Re: Problema educazione bimbo

Messaggio da davide »

"ma questo non mi preoccupa fino a quando almeno io riesco ad indirizzare il bimbo verso la retta via"..

caro Finlay, a parer mio, questo ti dovrebbe preoccupare molto invece. tu da solo, non puoi assolutamente "indirizzare il bambino verso la retta via" sopratutto un bambino di 6 anni, un 'età in cui la presenza della madre riveste ancora un'importanza FONDAMENTALE.

(TRA L'ALTRO "retta via" è una frase veramente poco educativa , ma lasciamo stare per ora in un forum è impossibile.)
non ci sono sistemi "efficaci" indipendenti dal comportamento della madre.

il tuo ruolo è quello di preservare l'atmosfera familiare e di rendere costruttiva la relazione tra madre e figlio che gestiscono a loro modo.ma non mediando o intervenendo. semmai ritrovando e costruendo il dialogo con tua moglie,vera base dell'educazione di tuo figlio.

la capacità cioè di arrivare ad una mediazione di stili ed approcci educativi, è l'obiettivo importante.

dovete riuscire cioè a creare una comunanza di vedute pedagogiche discutendo prima del confronto col bimbo LONTANO DA LUI!!
QUINDI:

1 NON LITIGARE DAVANTI AL BAMBINO.
2 STABILIRE IN ANTICIPO CON TUA MOGLIE DELLE REGOLE GENERALI DI COMPORTAMENTO DA ADOTTARE IN PRESENZA DEL BIMBO.
3 se davanti ad in una situazione ci sono pareri discordanti, in quel momento deve essere presa per buona la persona che è intervennuta prima. non importa quanto tu sia d'accordo o meno. ti chiudi la bocca e poi con calma ne parli con tua moglie LONTANO DAL BIMBO.

queste capacità di creare una coerenza educativa stanno alla base di un' atmosfera serena. è importante non creare confusione perchè la confusione e le discussioni davanti al bambino fanno dei danni pazzeschi.
un saluto.
Rispondi