AssistentiSociali.Org
http://forum.assistentisociali.org/

ho paura,non voglio che mio marito vada in carcere x tasse
http://forum.assistentisociali.org/ho-paura-non-voglio-che-mio-marito-vada-in-carcere-x-tasse-vt3473.html
Pagina 1 di 1

Autore:  maryjane84 [ mer, 15 dic 2010 - 8:58 am ]
Oggetto del messaggio:  ho paura,non voglio che mio marito vada in carcere x tasse

innanzi tutto buongiorno,
qualche giorno fa al tg abbiamo sentito la notizia che un uomo per non aver pagato 160 euro circa di tasse si e' fatto 6 mesi di galera e li subito e' arrivato il panico,mio marito ne deve di piu,non moltissimi,se rateizzassero in rate non da 750 euro forse pian piano riusciremmo a pagare,ma non lo fanno.
mio marito ha avuto la sfiga di incontrare una persona tanto cara e buona che ad un certo punto e' sparito con attrezzi e contratti per un tot di 40 mila euro,be ci siamo ritrovati nella m...e con il sedere per terra,da allora tutto in declino,niente lavoro,la casa da lasciare,per l affitto irraggiungibile,ora arrivano le lettere delle tasse e noi non possiamo pagarle,come possiamo dimostrare che non ce ne'e'?
premetto che abbiamo la divisione dei beni,la casa e tutto cio che abbiamo e' intestato a me,perche sapevamo che questa storia sarebbe arrivata primo o poi,quanlcuno sa a chi mi devo rivolgere?e' difficile da spiegare,ma avrebbe dovuto far bancarotta o roba simile io non ci capisco nulla,aiutatemi voi.

Autore:  Nazg [ mer, 15 dic 2010 - 6:18 pm ]
Oggetto del messaggio:  Re: ho paura,non voglio che mio marito vada in carcere x tas

Sarebbe opportuno consultare un legale.
Se non avete redditi potete chiedere il gratuito patrocinio.
Per la parte assistenziale potete contattare l'assistente sociale del vostro comune di residenza che può valutare la situazione.

Autore:  maryjane84 [ mer, 15 dic 2010 - 6:24 pm ]
Oggetto del messaggio:  Re: ho paura,non voglio che mio marito vada in carcere x tas

io non saprei come muovermi,vado da un avvocato qualunque?e'obbligato ad assisterci gratuitamente?
speriamo... :)

Autore:  Nazg [ mer, 15 dic 2010 - 6:28 pm ]
Oggetto del messaggio:  Re: ho paura,non voglio che mio marito vada in carcere x tas

Il gratuito patrocinio e' un beneficio previsto dalla Costituzione
(art. 24 Cost.).
Esso consiste nel fornire assistenza legale gratuita, per promuovere un giudizio o per difendersi davanti al giudice, a chi non e' in grado di sostenere le relative spese legali.

Il pagamento delle spese (avvocati, consulenti, investigatori ) viene dunque effettuato tramite il cosiddetto "patrocinio a spese dello Stato"

Il gratuito patrocinio e' previsto per:

- cause civili e amministrative
- cause penali e del lavoro
- processo di impugnazione del decreto di espulsione di stranieri
- ricorsi al Garante per la protezione dei dati personali
Fonte:http://www.overlex.com/gratuito_patrocinio.asp

Per poter accedere al beneficio del patrocinio a spese dello Stato la condizione necessaria e preliminare è la capacità reddituale dell'istante: il tetto massimo indicato dalla legge è attualmente di 10.628,16 (così adeguato l'originario limite di euro 9.296,22 poi aggiornato ad euro 9.723,84.).

Nel computo del reddito, al fine di verificare l'appartenenza allo scaglione indicato, confluiscono tutte le forme e le fonti di sostentamento dell'istante, nonché i redditi dei familiari conviventi con colui che intenda essere ammesso al patrocinio a spese dello Stato salvo che non si tratti di vertenza nei confronti di uno di essi.

Per la sola materia penale è prevista la elevazione del suddetto limite reddituale di euro 1.032, 91 per ogni familiare a carico.

La situazione economico-reddituale del beneficiario, al vaglio di parametri oggettivi e fiscali, deve persistere anche in costanza di giudizio, salvo il diritto di rivalsa dell'Erario per le spese sostenute, e di conseguente facoltà di ripetizione nei confronti dell'ammesso al patrocinio gratuito qualora le condizioni economiche dell'ammesso al beneficio dovessero subire in intinere degli incrementi.

In caso di dichiarazioni mendaci o non veritiere, il richiedente è esposto a gravi responsabilità penali, sanzionate con la reclusione (da 1 a 6 anni e otto mesi) e con multa da Euro 309,87 a Euro1.549,37.

La scelta del difensore.

Nella materia civile: è sempre la parte che designa liberamente e discrezionalmente il proprio difensore, scegliendolo nell'ambito di un elenco ad hoc , custodito presso il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati territoriale, nel quale sono iscritti gli avvocati ammessi al patrocinio a spese dello Stato.

Nella materia penale:
ferma la libertà della nomina a cura del richiedente, talvolta è lo stesso magistrato che procede alla designazione del difensore, su istanza espressa della parte che dichiari di volersi avvalere del beneficio del patrocinio a spese dello Stato, onde fugare ogni equivoco in ordine alla assegnazione di un difensore d'ufficio (la cui attività è invece direttamente retribuita dalla parte, salve alcune e tassative ipotesi di irreperibilità dell'imputato che legittimano la surrogazione delle spese a carico dell'Erario).
fonte:http://www.overlex.com/gratuito_patrocinio_informazioni.asp

Autore:  maryjane84 [ mer, 15 dic 2010 - 6:57 pm ]
Oggetto del messaggio:  Re: ho paura,non voglio che mio marito vada in carcere x tas

grazie mille!

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/