prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Rispondi
Avatar utente
Nazg
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 6192
Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Località: Pordenone
Contatta:

prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da Nazg »

ieri sono andata fino a Milano per un bel convegno sul tema della prostituzione al chiuso.
Il passaggio dalla visibilità della strada all'invisibilità degli appartamenti o dei locali notturni è senza dubbio un fenomeno emergente.
A Pordenone siamo inoltre in fase di conclusione di una progetto di ricerca sul "cliente" e quindi mi interessano informazioni su questo tema.

c'è qualcuno che opera nel settore? :)
-----------------------------
http://www.assistentisociali.org
Canale Youtube di AssistentiSociali.org:
http://y.AssistentiSociali.org
Nonnobisdomine
Baby Utente
Baby Utente
Messaggi: 16
Iscritto il: mar, 07 apr 2009 - 5:40 pm

Re: prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da Nonnobisdomine »

Io non opero nel settore. Ma non ci vedo nessuna malignità o "fenomeno preoccupante" in ciò che descrivi...
Se la prostituzione si spostasse al chiuso e i nostri politicanti abrogassero la legge Merlin, migliorerebbero di certo le situazioni di prostitute, clienti e allo stato non mancherebbero i suoi introiti... :wink:
Avatar utente
ugo.albano
Malato per AssistentiSociali.org
Malato per AssistentiSociali.org
Messaggi: 1740
Iscritto il: ven, 04 mag 2007 - 10:22 am
Località: Forlì
Contatta:

Re: prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da ugo.albano »

La collega parlava di un fenomeno "emergente", non "preoccupante". Va beh.....

Comunque: per chi conosce la legge Merlin (molti la citano e nessuno sa che dice.....se la gente parlasse con senso si andrebbe tutti meglio..... ), è chiaro che la "protezione sociale" è di competenza dei comuni, tant'è che il DPR 616/1977 la cita chiaramente. Il problema è il "vuoto" della legislazione successiva (vedi L.328/2000) ed il paradosso della disciplina della "protezione sociale" per le straniere (come se non ci fossero italiane). Comunque: in ciò c'è un'assenza pubblica, chi agisce la protezione sociale (vedi unità di strada) è il privato sociale. Anche lo studio sul fenomeno vede un'assenza pubblica: non a caso un ultima ricerca sui clienti l'ha fatta la Caritas di Pordenone (se ricordo).

Il fenomeno è "preoccupante" per quanto riguarda la protezione sociale in concomitanza al passaggio alle "strutture chiuse", le quali diventano meno controllabili. Di fatto molta prostituzione già lo è, specie quella di "alto bordo". Diventa quindi più difficile stanare queste schiave, spesso giovani e quasi minorenni.

Se poi, caro nonnobisdomine, accettiamo la prostituzione come normalità,....allora parliamo in due lingue diverse. Certo che Lei ha sbagliato indirizzo, venendo su questo forum. O sbaglio??

Ugo Albano
Ugo Albano

=============================
CONTATTO DIRETTO:
http://digilander.libero.it/ugo.albano
Nonnobisdomine
Baby Utente
Baby Utente
Messaggi: 16
Iscritto il: mar, 07 apr 2009 - 5:40 pm

Re: prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da Nonnobisdomine »

Non si tratta di accettare o non accettare la prostituzione come normalità. Quello che darei io sarebbe solo un VALORE (completamente inutile...), invece ciò a cui secondo me, dobbiamo attenerci, sono i FATTI che sono gli unici ad avere una rilevanza a livello sociologico. Il fatto è, che c' è una situazione preoccupante riguardo il fenomeno della prostituzione e, sopratutto, quello della tutela di queste ragazze.
Mi può dare del tu, comunque se le va... E se le va, può anche spiegarmi perchè dovrei avere "sbagliato indirizzo".
Concludo col dire, che se cerca un valore da parte mia, io le posso dire che conosco fin troppo bene la legge Merlin e sono completamente in disaccordo con questa legge. Sono anche contrario alla prostituzione, ma non credo possa essere un fenomeno che possa essere debellato. Per limitare i danni, quindi, sarei completamente d' accordo con la riapertura delle case chiuse.
Avatar utente
Nazg
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 6192
Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Località: Pordenone
Contatta:

Re: prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da Nazg »

Nazg ha scritto: Il passaggio dalla visibilità della strada all'invisibilità degli appartamenti o dei locali notturni è senza dubbio un fenomeno emergente.
Per emergente intendevo dire che (il passaggio dalla strada all'indoor, non la prostituzione in sé) è un fenomeno che sta crescendo numericamente.
Questo comporta un'invisibilità della prostituzione (anche se poi leggiamo su alcuni giornali infiniti annunci) e un aumento del rischio di sfruttamento per le donne vittime di tratta.
Questo spostamento crea di conseguenza delle notevoli difficoltà agli operatori sociali nella fase di aggancio/conoscenza delle donne e quindi rende più complesso l'avvio di un percorso di uscita dalla prostituzione.
-----------------------------
http://www.assistentisociali.org
Canale Youtube di AssistentiSociali.org:
http://y.AssistentiSociali.org
Nonnobisdomine
Baby Utente
Baby Utente
Messaggi: 16
Iscritto il: mar, 07 apr 2009 - 5:40 pm

Re: prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da Nonnobisdomine »

E' stata chiarissima... E ho capito che cosa intende... :wink:
Rimango del parere, però, che se questo fenomeno venisse legittimato, probabilmente, creerebbe benefici anche agli assistenti sociali...
Avatar utente
Nazg
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 6192
Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Località: Pordenone
Contatta:

Re: prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da Nazg »

Nonnobisdomine ha scritto: creerebbe benefici anche agli assistenti sociali...
qualche sconto? :mrgreen:
-----------------------------
http://www.assistentisociali.org
Canale Youtube di AssistentiSociali.org:
http://y.AssistentiSociali.org
Nonnobisdomine
Baby Utente
Baby Utente
Messaggi: 16
Iscritto il: mar, 07 apr 2009 - 5:40 pm

Re: prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da Nonnobisdomine »

Nazg ha scritto:
Nonnobisdomine ha scritto: creerebbe benefici anche agli assistenti sociali...
qualche sconto? :mrgreen:
:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
ahahahahha No, no... Parlavo di facilitazione riguardo i compiti del vostro lavoro... Se le prostitute fossero "dichiarate" potreste intervenire e svolgere il vostro lavoro molto meglio... O mi sbaglio?
Avatar utente
Nazg
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 6192
Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Località: Pordenone
Contatta:

Re: prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da Nazg »

Nonnobisdomine ha scritto: Se le prostitute fossero "dichiarate" potreste intervenire e svolgere il vostro lavoro molto meglio... O mi sbaglio?
La maggior parte delle prostitute non ha bisogno dell'ass.soc. se sceglie di fare quel tipo di mestiere (con i soldi risolvono i loro problemi alla grande).

Secondo me resterebbe comunque una fascia di sommerso e le vittime degli sfruttatori verrebbero penalizzate ulteriormente.
-----------------------------
http://www.assistentisociali.org
Canale Youtube di AssistentiSociali.org:
http://y.AssistentiSociali.org
asmc
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 79
Iscritto il: sab, 21 mar 2009 - 4:35 pm

Re: prostituzione al chiuso: un fenomeno emergente

Messaggio da asmc »

anche io penso che se la prostituzione venisse "legalizzata" il fenomeno verrebbe meglio controllato... Stesso discorso vale per l'erba e droghe di vario genere! Come potrebbe essere gestito l'invisibile???
Rispondi