AssistentiSociali.Org
http://forum.assistentisociali.org/

evviva gli sposi
http://forum.assistentisociali.org/evviva-gli-sposi-vt3768.html
Pagina 1 di 1

Autore:  Nini [ mer, 30 mar 2011 - 4:51 pm ]
Oggetto del messaggio:  evviva gli sposi

Vi è mai capitato che due anziani, conosciuti in casa di riposo, si volessero sposare?
E come la mettiamo se ci fossero in gioco disturbi mentali e famiglie non troppo interessate al lieto evento? ma ci fosse anche l'impressione che ci sia davvero un sentimento tra loro, tale da renderli certi e felici della loro decisione?
Fino a che punto noi operatori possimo intervenire e decidere quello che è bene o meno bene per l'anziano?

Forza colleghi, scrivete il vostro pensiero :-)

Autore:  Nazg [ mer, 30 mar 2011 - 5:50 pm ]
Oggetto del messaggio:  Re: evviva gli sposi

Evviva l'amore! Se non sono interdetti o inabilitati che si sposino e dategli una stanza matrimoniale!

Autore:  `wee` [ mer, 30 mar 2011 - 6:02 pm ]
Oggetto del messaggio:  Re: evviva gli sposi

Nazg ha scritto:
dategli una stanza matrimoniale!
:lol: :lol: :lol:

Autore:  MonicaB [ gio, 31 mar 2011 - 7:18 am ]
Oggetto del messaggio:  Re: evviva gli sposi

Io ho sempre pensato una cosa vedendo i cibi serviti nelle case di riposo o nei reparti di lungodegenza o dedicati ai terminali negli ospedali, perché servire semolino, minestrina di verdure e purè? Ma diamogli spaghetti allo scoglio, bistecche, pizza e patate fritte, e una bella fetta di torta grassa, cremosa e ipercalorica!!!! Stesso pensiero mi è venuto quando ho letto questo post, ma perchè andare a sindacare su queste cose? Se la cosa li fa stare bene, a chi può nuocere? Che lo facciano e che se la godano e come dice Nazg date loro anche una camera matrimoniale, non si sa mai che ci scappi anche qualche nottata bollente! :D

Autore:  Nini [ sab, 28 mag 2011 - 6:44 am ]
Oggetto del messaggio:  Re: evviva gli sposi

Vorrei rilanciare l'argomento...prendetelo come un'esercitazione. Gli elementi di questo ipotetico caso sono questi:
- due anziani in struttura con demenza (l'idea è partita da lui; lei acconsente, sappiamo che c'è qualche somiglianza con il marito deceduto)
- è un dato oggettivo che questo legame li ha resi più sereni
- famiglia di lei (sorella con freddi rapporti che abita lontano) non appoggia
- famiglia di lui piuttosto disinteressata
- non sono interd/inabilitati, non c'è Amministratore di sostegno
- il matrimonio sarebbe solo religioso, ma sembra che la curia ostacoli considerato che le demenze pongono domande sul livello di consapevolezza di entrambi.

Purtroppo questa volta non è sufficiente un :-) per prendere una decisione

Autore:  MonicaB [ lun, 30 mag 2011 - 3:48 pm ]
Oggetto del messaggio:  Re: evviva gli sposi

Ok, torniamo seri. Le famiglie di questi due anziani sono abbastanza disinteressate mi pare di capire, anche la sorella che non approva in realtà non fa nulla per impedirlo, quindi io se fossi l'assistente sociale incaricata non agirei giudizialmente se loro non ritengono di farlo. Tanto più che un matrimonio solo religioso dal punto di vista giuridico non esiste per il diritto italiano, quindi non ha conseguenze neanche patrimoniali. Da un punto di vista più legato alla loro situazione da quello che tu descrivi non sembra una demenza così grave da avere ottenebrato la loro consapevolezza. Io inviterei il parroco ad un colloquio con i due anziani e vediamo se riescono a convincerlo. Se proprio proprio non la si spunta perché non pensare ad una piccola cerimonia di "unione" con qualche lettura, alla presenza dei loro amici e parenti, fatta da una persona non religiosa?

Autore:  Nazg [ mar, 31 mag 2011 - 9:11 am ]
Oggetto del messaggio:  Re: evviva gli sposi

Nini ha scritto:
Vorrei rilanciare l'argomento...prendetelo come un'esercitazione.


E tu cosa faresti?

Autore:  Nini [ mer, 15 giu 2011 - 4:11 pm ]
Oggetto del messaggio:  Re: evviva gli sposi

La proposta scritta in ultima riga da Monica è un'ottima idea, e potrebbe essere la strada maggiormente percorribile, se agli anziani bastasse...
Quello che mi fa un pò arrabbiare è la posizione delle alte sfere religiose perchè mi chiedo come possono valutare il grado di demenza dell'anziano.

Allora forse farei ricorso per l'AdS, in fin dei conti la sorella, come ho scritto, non ha intenzione di seguire l'anziana e se nel tempo la demenza si aggraverà, è probabile che servirà una persona che legalmente abbia voglia di fare davvero gli interessi dell'anziana.
A questo punto chiederei all'AdS di fare tutto quello in suo "potere" per verificare se un matrimonio possa nuocere o esser un bene, come sembra che sia, per l'anziana.

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/