Area Shopping su AssistentiSociali.org

AssistentiSociali.Org

Il portale italiano degli assistenti sociali
*

*

* *
  
Oggi è lun, 21 ott 2019 - 8:38 pm

Tutti gli orari sono UTC





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Stress lavorativo e tutela degli operatori in Sanità
MessaggioInviato: mer, 23 apr 2008 - 5:52 pm 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Messaggi: 6075
Località: Pordenone
Stress lavorativo e tutela degli operatori in Sanità

Le problematiche relative allo stress lavorativo e alla gestione delle risorse umano hanno acquisito negli ultimi anni una particolare rilevanza; viene finalmente riconosciuta l’importanza dei fattori psicologici lavorativi e dell’impatto che possono avere sul benessere dell’individuo, prendendo atto di una letteratura scientifica ampiamente consolidata.
Il Piano Sanitario Nazionale 2006-2008 riconosce infatti come accanto alle patologie da rischi noti (prevalentemente in attenuazione) stiano acquisendo sempre maggiore rilievo le Patologie da rischi emergenti come le “Patologie da fattori psico-sociali associate a stress” (burn-out, mobbing…) meglio identificate come le “Malattie psichiche e psicosomatiche da disfunzioni dell’organizzazione del lavoro”; tali patologie, cosiddette da “costrittività organizzativa” sono riconosciute come malattie professionali e prevedono la obbligatorietà della denuncia all’INAIL (GU 70 del 22.3.2008, Supp 68).
Al professionista di oggi la società richiede qualcosa in più rispetto al passato; lo chiede a volte senza dargli la possibilità di avere a disposizione gli strumenti idonei per potersi aggiornare e formare rispetto alle nuove necessità.
Oggi viene richiesta flessibilità, competenza e maggiore professionalità, quali esiti di una formazione alla professione più globale, che comprende aspetti tecnici, psicologici, manageriali.
L’importanza di questa premessa è ancora maggiore se si considera l’interesse attuale per fenomeni come il burn-out direttamente correlati a condizioni di distress lavorativo con conseguenze negative che possono essere causa di
· errore professionale
· difficoltà nel rapporto con il paziente, con minore empatia e sensibilità
· tensione, ansia e depressione dell’operatore.

Queste conseguenze si riflettono negativamente ed inevitabilmente sulla efficacia del SSN, e comportano una complessiva riduzione della qualità delle prestazioni.
Da qui la necessità di realizzare adeguati programmi di prevenzione dello stress lavorativo attraverso strategie ben precise mirate alla formazione degli operatori e all’organizzazione del lavoro e ad una sempre migliore e più qualificata gestione delle risorse umane.


Salone Ordine dei Medici di Salerno
14 maggio 2008

Ore 10.00

Saluti e introduzione al tema
Bruno Ravera
Presidente Ordine dei Medici

Valentina Marchese
Avvocato - Napoli
Stress lavorativo e tutela della persona

Tavola rotonda

S. Abate - L. Acanfora – M. Colucci - G. Del Buono – W. Di Munzio – F. Franza – F. Pellegrino


Info: simp@libero.it

_________________
Ash Nazg
-----------------------------
www.assistentisociali.org


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO
Grafica a cura di NazgDesign.com - Ottimizzazioni by I.T.A. Solution

News News  SitemapIndex SitemapIndex  RSS Feed RSS Feed  Channel list Channel list