Area Shopping su AssistentiSociali.org

AssistentiSociali.Org

Il portale italiano degli assistenti sociali
*

*

* *
  
Oggi è lun, 16 dic 2019 - 11:19 am

Tutti gli orari sono UTC





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: ..responsabilità per mancata segnalazione?
MessaggioInviato: lun, 27 mag 2013 - 6:24 pm 
Non connesso
Baby Utente
Baby Utente

Iscritto il: ven, 26 ago 2011 - 11:18 am
Messaggi: 18
Ciao a tutti. Ho una domanda da farvi: sono un'assistente sociale e non ho la minima esperienza in tutela minorile. Sono venuta a conoscenza (direttamente dalle vittime) di maltrattamenti familiari e abusi anche di tipo sessuale su una donna e la figlia minorenne, da parte del marito/patrigno. Ho contattato numerosi servizi ma i miei responsabili, adducendo a motivazioni di tipo politico ed economico, hanno imposto di non segnalare al TdM. Ho fatto presente il grave rischio per le due donne e mi è stato riferito che, avendo informato i miei superiori ed avendo avuto chiara indicazione di non segnalare, la responsabilità in caso di peggioramento della situazione (se non "tragico epilogo" dato il racconto della donna) non ricadrebbe sulla sottoscritta ma sui miei diretti responsabili.
Tralasciando la questione puramente etica e deontologica, che non commento, vorrei avere delucidazioni circa le effettive responsabilità in caso di mancata segnalazione.
Io sono diretta depositaria del racconto della donna. Il mio informare i miei responsabili e conseguentemente ricevere richiesta di non segnalare, mi solleva dalla responsabilità di denunciare l'accaduto? Qualora seguissi l'indirizzo ricevuto e succedesse qualcosa di molto negativo, di chi sarebbe la responsabilità del non aver parlato, se esiste?
Grazie,
Hilda


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ..responsabilità per mancata segnalazione?
MessaggioInviato: lun, 27 mag 2013 - 7:26 pm 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Messaggi: 6099
Località: Pordenone
Qui non si tratta solo di segnalare alla Procura del TM (per eventuali azioni di protezione e sulla genitorialità), ma anche a quella del TO perchè si deve verificare il reato dato che c'è un minore di mezzo.
Puoi anche aiutare la madre a presentare denuncia alle forze dell'ordine.

Secondo me, la mera parola dei tuoi superiori che ti spingono a non segnalare non è sufficiente per tutelarti.

_________________
Ash Nazg
-----------------------------
www.assistentisociali.org


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ..responsabilità per mancata segnalazione?
MessaggioInviato: lun, 27 mag 2013 - 8:25 pm 
Non connesso
Militante
Militante

Iscritto il: sab, 16 gen 2010 - 9:32 pm
Messaggi: 252
No cara collega, lascia perdere i tuoi superiori. Potresti essere accusata di inadempienza per non aver segnalato un reato perseguibile d'ufficio, ovvero violenza a minore. Se si trattasse solo di violenza alla madre, é una cosa, perché il reato non é perseguibile d'ufficio ma solo a querela dell'interessato (la donna). Ma se sei stata informata della violenza a minore, devi segnalare sia al TO che al TM o secondo protocollo locale (dove lavoravo io, si informava il TO che a sua volta informava il TM, in caso). La responsabilitá penale é personale e quindi non servirebbe a niente che i tuoi superiori dicessero che te lo hanno sconsigliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ..responsabilità per mancata segnalazione?
MessaggioInviato: mar, 28 mag 2013 - 6:08 am 
Non connesso
Malato per AssistentiSociali.org
Malato per AssistentiSociali.org
Avatar utente

Iscritto il: ven, 04 mag 2007 - 10:22 am
Messaggi: 1731
Località: Forlì
Cara Hilda,

un pubblico ufficiale DEVE compiere gli atti propri dell'ufficio, tra cui la denuncia, se procedibile d'ufficio.

In via teorica, se la polizia postale indagasse sulla tua identità, ti denuncerebbe per omissioni d'atti d'ufficio.... :D

Comunque, pur capendo le pressioni che si vivono stando in Amministrazioni con superiori così "lungimiranti",.. ti consiglierei di andare dalle forze dell'Ordine. I nostri poliziotti sono assai zelanti in questi casi, l'importante è fungere da informatori, poi al resto ci pensano loro. Anche perchè - attenzione - ogni fatto dev'essere dimostrato, quindi è giusto che la polizia giudiziaria raccolga le prova di un fatto supposto....

Saluti.

_________________
Ugo Albano

=============================
CONTATTO DIRETTO:
http://digilander.libero.it/ugo.albano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ..responsabilità per mancata segnalazione?
MessaggioInviato: mar, 28 mag 2013 - 4:20 pm 
Non connesso
Apprendista
Apprendista

Iscritto il: mer, 21 set 2011 - 4:47 pm
Messaggi: 60
i dirigenti cercano di non far fare segnalazioni per motivi economici, perché le comunità costano. xò è difficile sapere che 1 minore soffre e nn proteggerlo per assenza di fondi!!!

A.C.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ..responsabilità per mancata segnalazione?
MessaggioInviato: mar, 28 mag 2013 - 5:10 pm 
Non connesso
Militante
Militante

Iscritto il: sab, 16 gen 2010 - 9:32 pm
Messaggi: 252
Questo é un problema diverso. Una cosa é una proposta di intervento che ha un costo e quindi il dirigente puó denegarla; una cosa é un reato perseguibile d'ufficio che puó anche richiedere poi un intervento con dei costi, ma che prima di tutto richiede un intervento giuridico di tipo penale.

ESEMPIO: un assistente sociale segnala al Tribunale per i Minorenni una situazione di disagio minorile e propone l'inserimento in struttura protetta di madre e minori (per esempio: il padre picchia la madre. In questo caso, il reato non é perseguibile d'ufficio. La madre puó o meno denunciare il marito). Se il dirigente dichiara che il Comune non ha fondi, puó in effetti non intervenire anche se lo decreta il Tribunale. L'assistente sociale ha fatto il suo dovere, se i minori vanno a ramengo la "colpa" non sará sua ma del suo Ente (o dello Stato). Ma non si profilavano responsabilitá di tipo penale.

Se invece il padre picchia i minori, questo é un reato penale perseguibile d'ufficio e il pubblico ufficiale che ne viene a conoscenza deve segnalarlo. Paradossalmente, questo potrebbe anche non dar luogo a nessun allontanamento, perché questo dipende se il Tribunale ordinario chiede provvedimenti in tal senso e/o se il TM ritiene opportuno (cosa non detta). Potrebbe anche succedere che viene fuori un parente che ospita tutti, non é mica detto che tutelare i nostri utenti vuol dire per forza spendere. Ma in ogni caso, il procedimento penale deve andare avanti. Non segnalare in questo caso é grave omissione di atti d'ufficio e, un domani che l'a.s. venisse incriminato, non servirebbe a niente dichiarare che i responsabili non avevano soldi.
Oltrettutto, permettetemi, il problema dei soldi non é vostro, bensí é degli amministratori e dei politici. Finché si tappano gravo esigenze per evitare discussioni con i responsabili squattrinati, non si evidenzierá mai abbastanza il bisogno di tipo sociale della cittadinanza e si continuerá, da parte dei politici, a fare pura demagogia pagando le tessere bus gratis a tutti gli ultra sessantacinquenni e mandandoli a fare i soggiorni montani o i corsi di sudoku. Invece é bene che i responsabili tocchino con mano che ci sono necessitá che non si possono disattendere, a costo di fare qualche albero di Natale in meno.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ..responsabilità per mancata segnalazione?
MessaggioInviato: mar, 28 mag 2013 - 8:54 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mar, 24 nov 2009 - 8:48 pm
Messaggi: 108
Condivido pienamente Pallaspina. Leggo su questo sito che una collega è stata "invitata" a non segnalare un probabile grave caso di maltrattamento e abusi perchè poi l'intervento di tulela avrebbe potuto generare un costo per l'amministrazione e sempre oggi leggo su un giornale locale che un comune di 300 residenti (60 effettivamente dimoranti) ha acquistato per 180.000 euro un locale per farci un centro giovanile per solo 4 - dico 4 numero reale- ragazzi del paese! Sarà una situazione limite,ma accidenti non sono banalità! I Comuni hanno meno soldi, ma dove metterli è una scelta ( anche quella di mantenere comuni di 300 residente di cui solo 60 dimoranti in loco) ! E in queste scelte anche noi (non tutti) abbiamo le nostre gravi responsabilità: se accettiamo supinamente il "mantra" che i soldi non ci sono e per questo decidiamo di non intervenire, scoraggiamo i nostri utenti anche solo a presentare domanda di aiuto all'amministrazione, non presentiamo ai politici i bisogni con nomi e cognomi e situazioni reali, permettiamo ai nostri amministratori (alcuni) di finanziare i corsi di sudoku in totale tranquillità d'animo e forse in parziale inconsapevolezza della realtà ( con qualche centinaia di domande di aiuto economico sulla scrivania magari ci pensertebbero almeno un momento).

Per Hilda: condivido le indicazioni dei colleghi. L'obbligo di denuncia ( e in questo caso c'è) spetta a te e se ti sottrai la responsabilità è tua. L'informazione al superiore è possibile, ma va fatta sempre per iscritto e obligherebbe il tuo superiore a presentare denuncia al posto tuo (utile quando il professionista deve denunciare un reato che coinvolge un suo utente). Questa scelta però non ti tutela con sicurezza perchè se il superiore decide comunque di non denunciare tu rimani responsabile di omessa denuncia assieme al tuo superiore informato, a questo punto con te, dei fatti.
Tu dici:
Cita:
mi è stato riferito che, avendo informato i miei superiori ed avendo avuto chiara indicazione di non segnalare, la responsabilità in caso di peggioramento della situazione (se non "tragico epilogo" dato il racconto della donna) non ricadrebbe sulla sottoscritta ma sui miei diretti responsabili.
Con po' di "sana malizia" (che si acquisisce con gli anni) ti pongo una domanda : "in caso di tragico epilogo" sei sicura che il tuo superiore confermerebbe di averti detto/imposto chiaramente (immagino a voce, tra quattro mura, senza testimoni o di fronte a persone che avrebbero solo da perdere a parlarne) di non segnalare il reato e di averlo fatto solo per una valutazione di tipo economico?
Ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ..responsabilità per mancata segnalazione?
MessaggioInviato: mer, 29 mag 2013 - 6:12 am 
Non connesso
Dotto
Dotto

Iscritto il: ven, 06 ott 2006 - 4:03 pm
Messaggi: 459
Facciamo finta che io sia l’assistente sociale che in un Comune si occupa solo ed esclusivamente di segretariato sociale e non di presa in carico dei casi, facciamo finta che ci sia un’equipe che si occupa di tutti i casi di minori. In segretariato mi arriva una signora con la figlia e mi dice che è scappata di casa perché il marito (patrigno della ragazzina) le maltrattava e che ora si trova ospite di amici ma che lì non può restare. Facciamo finta che la sig.ra non intenda assolutamente sporgere denuncia nei confronti del marito. Cosa faccio io? C’è un pericolo immediato per la ragazzina? No, perché è già lontana dalla situazione. Io mi muoverei così: segnalerei per iscritto la situazione all’equipe minori e alla mia responsabile per conoscenza, in accordo con l’equipe minori troverei un collocamento per la sig.ra e la minore non in comunità dato che la sig.ra non vuole fare denuncia, ma ribadisco in accordo con chi ha la titolarità della presa in carico, e mi aspetterei che l’equipe minori aiutasse la sig.ra a rendersi consapevole della situazione e a fare denuncia. Da parte mia la denuncia ai carabinieri trattandosi di un minore è vero che va fatta (o la segnalazione in Procura direi) ma è anche vero che se la ragazzina è al sicuro non devo mica farla in tempo reale no? Posso avere la possibilità di ragionare io insieme a chi ha la titolarità della presa in carico sulle mosse opportune da fare? Chi mi dice che la sig.ra non sia già conosciuta dall’equipe minori? Che abbia già dei percorsi definiti?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ..responsabilità per mancata segnalazione?
MessaggioInviato: mer, 29 mag 2013 - 7:05 am 
Non connesso
Militante
Militante

Iscritto il: sab, 16 gen 2010 - 9:32 pm
Messaggi: 252
Monica, io insisto perché ci tengo che i giovani colleghi non abbiano rischi legali, io li ho avuti e pagati (e non voglio dire di piú) e quindi insisto. La situazione che prospetti tu va bene, sarebbe corretto, ma quello che prospettava la prima collega é ben diverso. In caso di sospetto di maltrattamento, o di situazione sociale pesante, ok come dici tu. Ma la collega riferiva che la madre le ha parlato di vilenza sessuale sulla ragazzina. Questo é reato perseguibile d'ufficio e va fatta la segnalazione alla Procura ordibaria. Tutto il resto, se, ma, forse si potrebbe.... ok, ma prima di tutto va fatta questa segnalazione doverosa, onde evitare veramente seri problemi di fronte ai quali nessuno ti tutelerá per il semplice fatto che sei assistente sociale. Anzi....
Buona fortuna!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO
Grafica a cura di NazgDesign.com - Ottimizzazioni by I.T.A. Solution

News News  SitemapIndex SitemapIndex  RSS Feed RSS Feed  Channel list Channel list