Area Shopping su AssistentiSociali.org

AssistentiSociali.Org

Il portale italiano degli assistenti sociali
*

*

* *
  
Oggi è sab, 23 set 2017 - 10:51 am

Tutti gli orari sono UTC





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: percorso al contrario..quale triennale?
MessaggioInviato: ven, 11 lug 2014 - 11:43 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: ven, 11 lug 2014 - 2:55 pm
Messaggi: 5
Salve a tutti, vi scrivo perché avrei davvero bisogno di consigli e suggerimenti da parte vostra riguardo alla scelta della triennale per diventare assistente sociale. In realtà il mio percorso è un pò particolare, quasi al contrario...sono una dottoranda in economia aziendale ma il mio tutor è un sociologo giuridico e avendo a che fare con il corso di laurea in servizio sociale e il suo esame ho iniziato ad approfondire un pò alcune materie del corso, anche perché ho sempre avuto la vocazione per questo genere di lavoro ma purtroppo al tempo feci una scelta dettata dall'immaturità e optai per una facoltà che sembrava potesse darmi più chance. Sono in dirittura d'arrivo nel mio percorso dottorale e non ho ambizione di rimanere in accademia ma ho pensato che invece vorrei riprendere il mio vecchio desiderio e orientarmi verso questo lavoro per cui ho pensato che potrei iscrivermi alla triennale (credo che mi verrebbe riconosciuto qualche esame, soprattutto in ambito sociologico e della comunicazione) e sperare di poter lavorare in questo settore. Mi sono informata riguardo ai corsi presenti rispettivamente a Chieti e l'Aquila e vorrei avere da voi un parere sul piano di studi... secondo voi quale percorso è meglio strutturato o comunque è più completo?
Mi date una mano? :)
Grazie mille a tutti e a presto!
Vale
ps. perdonate la risoluzione del secondo file ma il programma del corso a l'Aquila era infilato dentro a un lunghissimo pdf!

Servizio sociale Università di Chieti
http://offerta1314.unich.it/piano.php?regdidCod=0692-13-13&pdsCod=003&regpianiCod=A001439SES

Scienze della Formazione e del servizio sociale L'Aquila
http://img842.imageshack.us/img842/9532/z6atw.jpg


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: percorso al contrario..quale triennale?
MessaggioInviato: sab, 12 lug 2014 - 12:05 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: ven, 11 lug 2014 - 2:55 pm
Messaggi: 5
nessuno può aiutarmi? :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: percorso al contrario..quale triennale?
MessaggioInviato: sab, 12 lug 2014 - 4:32 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mer, 02 lug 2014 - 5:27 pm
Messaggi: 123
Ciao,

oltre al dottorato, quali sono i titoli di studio da te attualmente posseduti? In quale classe è la tua laurea? E in quale la tua laurea magistrale?

Tieni presente che solo con le lauree della classe L-39 (o della vecchia classe 6) potrai accedere all'esame di Stato per l'abilitazione alla professione di assistente sociale (sezione B dell'albo), dunque fa' attenzione alla scelta del corretto piano di studi se il corso è interclasse.


Ultima modifica di indeciso il dom, 20 lug 2014 - 8:12 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: percorso al contrario..quale triennale?
MessaggioInviato: sab, 12 lug 2014 - 4:53 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: ven, 11 lug 2014 - 2:55 pm
Messaggi: 5
Ciao e innanzitutto grazie per la risposta :)
ho una laurea triennale in scienze della comunicazione classe L20 e una laurea magistrale in management e comunicazione d'impresa, classe di laurea LM59

diciamo quindi che volevo ricominciare daccapo per poter fare questa professione :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: percorso al contrario..quale triennale?
MessaggioInviato: lun, 14 lug 2014 - 1:56 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mar, 24 nov 2009 - 8:48 pm
Messaggi: 108
Rispetto le due possibilità che ci hai presentato ritengo che il percorso di studi proposto da Chieti sia comunque migliore in quanto presenta corsi realmente attinenti alle attività professionali dell'assistente sociale. A L'Aquila, incredibilmente, il corso di metodologia di servizio sociale è presente solamente e unicamente al secondo anno; mi domando che professionista voglia formare se l'ABC della professione viene così poco approfondito, mentre si studia "Fondamenti anatomo-fisiologici dell'attività psichica", "Filosofia teoretica", "Neurofisiologia dei processi di apprendimento"? :roll:
Ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: percorso al contrario..quale triennale?
MessaggioInviato: lun, 14 lug 2014 - 8:06 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: ven, 11 lug 2014 - 2:55 pm
Messaggi: 5
ciao Nuvoletta, grazie anche a te!sinceramente non mi convincevano le materie che hai citato per ultime...mi sembrava, a naso, un pò più completa l'altra ma volevo averne certezza :)
grazie ancora!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: percorso al contrario..quale triennale?
MessaggioInviato: dom, 20 lug 2014 - 8:16 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mer, 02 lug 2014 - 5:27 pm
Messaggi: 123
valina82 ha scritto:
Ciao e innanzitutto grazie per la risposta :)
ho una laurea triennale in scienze della comunicazione classe L20 e una laurea magistrale in management e comunicazione d'impresa, classe di laurea LM59

diciamo quindi che volevo ricominciare daccapo per poter fare questa professione :roll:

Se vuoi ricominciare da capo per tua scelta fa' pure; io non posso sindacarla, anzi ti farei i miei complimenti per la tenacia e il coraggio.
Tuttavia, sappi che in moltissimi atenei con i titoli che hai puoi certamente accedere a corsi di laurea magistrale di classe LM-87 senza debiti formativi o con pochissimi obblighi formativi aggiuntivi. Con quello puoi accedere all'esame di Stato per l'abilitazione alla professione di assistente sociale specialista (sezione A dell'albo).


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: percorso al contrario..quale triennale?
MessaggioInviato: ven, 07 nov 2014 - 6:15 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: ven, 11 lug 2014 - 2:55 pm
Messaggi: 5
indeciso ha scritto:
valina82 ha scritto:
Ciao e innanzitutto grazie per la risposta :)
ho una laurea triennale in scienze della comunicazione classe L20 e una laurea magistrale in management e comunicazione d'impresa, classe di laurea LM59

diciamo quindi che volevo ricominciare daccapo per poter fare questa professione :roll:

Se vuoi ricominciare da capo per tua scelta fa' pure; io non posso sindacarla, anzi ti farei i miei complimenti per la tenacia e il coraggio.
Tuttavia, sappi che in moltissimi atenei con i titoli che hai puoi certamente accedere a corsi di laurea magistrale di classe LM-87 senza debiti formativi o con pochissimi obblighi formativi aggiuntivi. Con quello puoi accedere all'esame di Stato per l'abilitazione alla professione di assistente sociale specialista (sezione A dell'albo).



ciao!Innanzitutto grazie per il consiglio prezioso! In questi mesi ho avuto modo di riflettere molto sulla scelta e anche di ascoltare consigli di famiglia e del mio compagno. Tutti mi hanno sconsigliato di iniziare un percorso universitario di nuovo ed effettivamente per un pò mi sono convinta anche io. Mi sono però resa conto che l'idea continua a tornarmi in mente...a frullarmi per la testa, insomma credo sia la mia strada! con questo tipo di laurea potrei lavorare come assistente sociale sul campo?a me non interessa molto la parte organizzativa/gestionale per intenderci

Grazie ancora!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: percorso al contrario..quale triennale?
MessaggioInviato: ven, 08 set 2017 - 8:37 am 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mer, 02 lug 2014 - 5:27 pm
Messaggi: 123
valina82 ha scritto:
indeciso ha scritto:
valina82 ha scritto:
Ciao e innanzitutto grazie per la risposta :)
ho una laurea triennale in scienze della comunicazione classe L20 e una laurea magistrale in management e comunicazione d'impresa, classe di laurea LM59

diciamo quindi che volevo ricominciare daccapo per poter fare questa professione :roll:

Se vuoi ricominciare da capo per tua scelta fa' pure; io non posso sindacarla, anzi ti farei i miei complimenti per la tenacia e il coraggio.
Tuttavia, sappi che in moltissimi atenei con i titoli che hai puoi certamente accedere a corsi di laurea magistrale di classe LM-87 senza debiti formativi o con pochissimi obblighi formativi aggiuntivi. Con quello puoi accedere all'esame di Stato per l'abilitazione alla professione di assistente sociale specialista (sezione A dell'albo).



ciao!Innanzitutto grazie per il consiglio prezioso! In questi mesi ho avuto modo di riflettere molto sulla scelta e anche di ascoltare consigli di famiglia e del mio compagno. Tutti mi hanno sconsigliato di iniziare un percorso universitario di nuovo ed effettivamente per un pò mi sono convinta anche io. Mi sono però resa conto che l'idea continua a tornarmi in mente...a frullarmi per la testa, insomma credo sia la mia strada! con questo tipo di laurea potrei lavorare come assistente sociale sul campo?a me non interessa molto la parte organizzativa/gestionale per intenderci

Grazie ancora!

Come abbiamo ripetuto sino allo sfinimento sul forum, la legge professionale (DPR 328/2000) stabilisce che rientrano nelle competenze degli iscritti alla sezione A dell'albo anche quelle che competono agli iscritti alla sezione B, quindi sì.
Inoltre la laurea magistrale non è riconosciuta sul mercato del lavoro in quanto non è prevista dai contratti. Di fatto nella pubblica amministrazione, e non solo, l'unico assistente sociale che esiste è quello B, quindi se pure sarai assistente sociale specialista ti troverai a fare l'assistente sociale "di truppa", che comunque, essendo almeno laureato (nel tuo caso magistralizzato), dev'essere inquadrato in categoria D (o equivalente all'ex carriera direttiva negli enti che utilizzano diversa categorizzazione). L'inquadramento in categoria D implica che si possa essere nominati capi ufficio, responsabili di unità organizzative complesse, coordinatori, titolari di posizione organizzativa, ma non è obbligatorio e non avviene senza il consenso del lavoratore. L'accesso alla dirigenza al momento non è riservato ad assistenti sociali specialisti, in quanto le competenze attribuite dalla legge agli assistenti sociali specialisti non sono riservate, infatti in molte amministrazioni i dirigenti dei servizi sociali, ove esistenti (perché spesso i servizi sociali sono accorpati con altre cose), sono laureati in Scienze politiche, Giurisprudenza, Sociologia, talvolta (soprattutto quelli più anziani) perfino in Materie letterarie o Pedagogia (lauree che venivano rilasciate dalle facoltà di Magistero). L'unica materia, o meglio attività, riservata agli assistenti sociali è proprio il servizio sociale concreto sul territorio. Finché si rimane in attività di pianificazione, coordinamento, organizzazione et similia non ci sono vincoli di sorta, infatti nel mio settore tra noi funzionari una sola è assistente sociale (e non è laureata, infatti prima era C, solo che è riuscita a divenire D per progressione verticale, quando queste erano ancora consentite, e ora ha anche la posizione organizzativa), mentre gli altri sono laureati in Scienze politiche, Giurisprudenza, Economia aziendale, Filosofia e perfino Scienze biologiche. Il dirigente è laureato in Scienze politiche.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO
Grafica a cura di NazgDesign.com - Ottimizzazioni by I.T.A. Solution

News News  SitemapIndex SitemapIndex  RSS Feed RSS Feed  Channel list Channel list