Area Shopping su AssistentiSociali.org

AssistentiSociali.Org

Il portale italiano degli assistenti sociali
*

*

* *
  
Oggi è gio, 29 ott 2020 - 4:11 pm

Tutti gli orari sono UTC





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Lavoro all'estero
MessaggioInviato: gio, 16 gen 2014 - 11:58 am 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: mer, 15 gen 2014 - 3:12 pm
Messaggi: 2
Salve a tutti, innanzi tutto mi presento.
Mi chiamo Michele, ho 22 anni, e sono laureato e abilitato come assistente sociale; mi sto iscrivendo all'albo.

Sono interessato a lavorare all'estero, in paesi anglofoni(Regno Unito, USA, Australia...).

Ho due domande a riguardo:
1-Quali sono gli step per compiere questo passo? (a chi mi devo rivolgere, come, quali sono i tempi...)
2-C è qualcuno con esperienze RECENTI di lavoro all'estero che mi può consigliare?

PS. Vi prego di non dirmi di andare sui siti delle istituzioni del posto, o di mandargli e.mail, perché sono passi che ho già fatto.

Grazieeeee


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Lavoro all'estero
MessaggioInviato: gio, 16 gen 2014 - 5:35 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: mer, 15 gen 2014 - 3:12 pm
Messaggi: 2
Salve a tutti, mi chiamo Michele Contorni, ho 22 anni; sono assistente sociale abilitato e fra pochissimo iscritto all'albo.

Fra i miei progetti futuri, c'è il lavoro all'estero; mi piacerebbe lavorare in un paese anglosassone(USA, Regno Unito, Australia...).

Qualcuno può consigliarmi quali passaggi effettuare, quali opzioni valutare? Premetto che ho gia guardato i siti dei diversi paesi e sentito per e.mail i responsabili dei siti... più che dirmi che bisogna iscriversi all'albo non hanno fatto...

Ben accette esperienze personali!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Lavoro all'estero
MessaggioInviato: dom, 19 gen 2014 - 11:01 am 
Non connesso
Militante
Militante
Avatar utente

Iscritto il: sab, 03 apr 2010 - 2:05 pm
Messaggi: 283
Località: Parigi
Ciao, io lavoro come assistente sociale all'estero (Francia). Anche se non posso esserti utile perché vuoi partire in paesi anglofoni, provo a darti comunque qualche dritta.
Innnanzitutto posso sapere chi ti ha detto di iscriverti all'albo italiano, i responsabili dei siti internet esteri che hai contattato? Te lo chiedo perché in realtà basta avere superato l'esame di stato per poter chiedere il riconoscimento all'estero del titolo professionale.
Oltre al titolo, è necessario un livello fluente della lingua del paese in cui ti troverai, altrimenti non andrai lontano perché i datori di lavoro non ti sceglieranno rispetto a un anglofono madre lingua. Sei già stato in un paese anglofono? Hai già fatto esperienza di erasmus-tirocinio-volontariato lì?
Inoltre, dovresti conoscere la legislazione e le politiche sociali. Quindi la cosa migliore è cominciare al più presto a diocumentarsi. A volte viene proposta una formazione di adattamento agli AS stranieri che vogliono esercitare, informati presso le associazioni nazionali degli AS.
Ovviamente che in Europa sarà più faicile, non c'è bisogno di permessi di soggiorno, c'è il riconoscimento europeo dei titoli professionali, ecc.
Quindi io fossi in te sceglierei il Regno Unito o l'Irlanda. Detto questo, probabilmente sai già che per esercitare in Regno Unito bisogna fare domanda di iscrizione al Health and care Professions Council perché il titolo "social worker" è protetto. Ti converrebbe contattarli e farti spiegare come costitutire la tua documentazione per la domanda. In Irlanda non ricordo, posso chiedere ad una collega che ha lavorato lì qualche anno fa.
Abitando all'estero le cose andranno avanti più velocemente, è difficile rendersi conto del mercato del lavoro stando in Italia e fare le pratiche amministrative non stando lì. Quindi scegli in paese in cui vorresti andare e parti (avendo però già delle informazioni precise sul percorso di riconoscimento). Dovrai adattarti in un primo tempo, prevedere dei risparmi che ti permetteranno di vivere all'estero i primi mesi oppure adattarti a fare i lavori più disparati aspettando di avere il riconoscimento e cercare poi un lavoro di AS.
In bocca al lupo
C.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Lavoro all'estero
MessaggioInviato: gio, 03 lug 2014 - 6:37 am 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: mer, 02 lug 2014 - 5:55 pm
Messaggi: 1
Buongiorno a tutti!

Scusatemi, ma vorrei un'info relativa alla validazione automatica dei titoli professionali.
Che voi sappiate, esiste uno Stato dell'U.E. che validi/riconosca AUTOMATICAMENTE il
titolo di assistente sociale?

Grazie mille e buona giornata a tutti!!!! :D :D :wink:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Lavoro all'estero
MessaggioInviato: mer, 09 lug 2014 - 1:51 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: ven, 04 lug 2014 - 10:34 pm
Messaggi: 2
Ciao a tutti..
sono una collega che lavora da circa sette anni nel settore dei minori.. ho collaborato con varie realtà del territorio ma le condizioni lavorative e contrattuali sono molto difficili, per cui sto valutando di provare a lavorare all'estero... ho individuato la Francia perchè conosco un pò la lingua francese, che ho studiato...
Volevo chiedere ai colleghi che lavorano già lì, di cui ho letto qualche messaggio sul Forum, un aggiornamento sulla situazione lavorativa in Francia e se ci sono ancora buone possibilità.. Grazie..
Cristine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Lavoro all'estero
MessaggioInviato: mer, 09 lug 2014 - 1:58 pm 
Non connesso
Militante
Militante

Iscritto il: sab, 16 gen 2010 - 9:32 pm
Messaggi: 252
No, Dorinda, questo non esiste... Ogni Stato deve omologare i titoli di studio esteri quando si tratta di accesso a una professione regolamentata (medico, psicologo, assistente sociale etc.). I Ministeri dell'Istruzione dei singoli Paesi devono verficare che i criteri di formazione siano omogenei e, in caso, chiedere una integrazione di crediti e/o un tirocinio. Per le professioni mediche l'omologazione é "abbastanza" automatica, nel senso che non vengono richiesti ulteriori esami; per le nostre professioni c'e' moltissima disparitá formativa da uno Stato all'altro. E comunque, in tutti i caso si deve presentare apposita domanda con i documenti tradottti da un traduttore giurato e, se li chiedono, anche i programmi degli esami sostenuti (cosa che per me sarebbe un vero problema se decidessi di omologare il mio titolo, perché l'Universitá non me li ha trovati tutti :evil: ).
In teoria, il nuovo titolo post-riforma Bologna dovrebbe (dovrebbe) agevolare le procedure, ma io ci credo poco... :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Lavoro all'estero
MessaggioInviato: mer, 09 lug 2014 - 6:11 pm 
Non connesso
Militante
Militante
Avatar utente

Iscritto il: sab, 03 apr 2010 - 2:05 pm
Messaggi: 283
Località: Parigi
cristine ha scritto:
Ciao a tutti..
sono una collega che lavora da circa sette anni nel settore dei minori.. ho collaborato con varie realtà del territorio ma le condizioni lavorative e contrattuali sono molto difficili, per cui sto valutando di provare a lavorare all'estero... ho individuato la Francia perchè conosco un pò la lingua francese, che ho studiato...
Volevo chiedere ai colleghi che lavorano già lì, di cui ho letto qualche messaggio sul Forum, un aggiornamento sulla situazione lavorativa in Francia e se ci sono ancora buone possibilità.. Grazie..
Cristine


Ciao Cristine,
Io lavoro in Francia, presso il comune di Parigi. Per quello che posso dirti in Ile-de-France si trova lavoro abbastanza facilmente. Nelle altre regioni la situazione è più complicata, tanto che molte colleghe si trasferiscono qui per iniziare a lavorare in attesa che qualche posto si apra nella loro regione di origine. In ogni caso anche nelle altre regioni non penso si tocchi la precarietà lavorativa che si vive in Italia, anche se il mercato del lavoro si degrada anche qui piano piano.
Ti consiglio di tenere d'occhio le offerte di lavoro sui siti specializzati (Pole Emploi, Actualités Sociales Hebdomadaires, ecc) per farti un'idea. Calcola che però devi essere abilitata in Francia per poter lavorare qui e che la procedura è lunga e spesso richiede il superamento di un esame di stato. Se sei motivata, è fattibile ma il tutto richiede del tempo e molto impegno.
In bocca al lupo!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Lavoro all'estero
MessaggioInviato: gio, 10 lug 2014 - 2:04 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: ven, 04 lug 2014 - 10:34 pm
Messaggi: 2
Ciao Chiara...

grazie mille per le tue preziose informazioni... sei stata gentilissima....seguirò i tuoi suggerimenti... ed intanto mi informo sulla procedura per avere l'abilitazione professionale in Francia.

Mi rincuora avere una speranza...

Crepi il lupo!

Cristine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 8 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO
Grafica a cura di NazgDesign.com - Ottimizzazioni by I.T.A. Solution

News News  SitemapIndex SitemapIndex  RSS Feed RSS Feed  Channel list Channel list