Area Shopping su AssistentiSociali.org

AssistentiSociali.Org

Il portale italiano degli assistenti sociali
*

*

* *
  
Oggi è sab, 19 ott 2019 - 3:37 pm

Tutti gli orari sono UTC





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: lun, 15 giu 2009 - 9:33 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: mer, 19 nov 2008 - 1:41 pm
Messaggi: 8
Salve,sono una studentessa di servizio sociale.Ad una lezione il mio professore di principi e fondamenti del servizio sociale disse che sarebbe positivo cambiare il nome dell'assistente sociale per simboleggiare il cambiamento di identità rispetto a circa vent'anni fa in cui gli interventi di servizio sociale erano essenzialmente "sussidi e ricoveri".Io sono d'accordo in quanto le persone sarebbero curiose di scoprire cos'è che è cambiato,come se fosse una testimonianza forte del cambiamento avvenuto in anni recenti.Un nome,ad esempio,potrebbe essere quello di sociatra o qualcun'altro.Che ne pensate?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: lun, 15 giu 2009 - 10:26 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mar, 19 mag 2009 - 6:29 pm
Messaggi: 194
sinceramente poi sarebbe ancora più difficile spiegare loro cos'è il Sociatra ad es.
Almeno con l'assistente sociale hanno un'idea seppur vaga e sbagliata.....io mi ritrovo a combattere con chi non mi definisce neanche assistente sociale ma operatore sociale(con tutto il rispetto per la categoria)!E' come se l'avvocato si chiamasse con il termine di operatore giuridico....
Il termine operatore rimanda ad un'idea di esecutore di qualcosa e non di un professionista con autonomia decisionale e di giudizio!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 8:01 am 
Non connesso
Malato per AssistentiSociali.org
Malato per AssistentiSociali.org
Avatar utente

Iscritto il: ven, 04 mag 2007 - 10:22 am
Messaggi: 1731
Località: Forlì
Ogni tanto il tema esce fuori. Certo, è un tema un pò bizzarro. Se poi pure un docente ve lo propone, un pò bizzarro mi sembra pure lui: nella formazione di un ruolo professionale non può dire a voi studenti quel che sta sopra.

Io credo che occorre distinguere tra nome e competenze, ovvero tra apparenza e sostanza.

"Assistente" viene dal latino "ad-sistere", stare di fronte. Ciò evoca "sostegno". Che ciò richiami significato di "assistenzialismo" è un fatto, ma che "assistenza" sia assistenzialismo,...beh, non è automatico. DA COSA DIPENDE? Semplicemente da noi: sta a noi fare "assistenzialismo" (perchè così vuole l'utente, così vuole il politico, così vuole pure la legislazione, perchè..."si è sempre fatto così"....) o fare "assistenza" (aiutare in modo da ridare autonomia di vita alle persone).

Quindi voi capite che "assistenza" ha un significato diverso a seconda di chi lo fa (e COME) lo fa.

Un altro consiglio che spesso dò ai colleghi per uscir fuori dalla trappola "assistente: operatore generico" è specificare le competenze. Nelle comunicazioni (sui timbri, sulla carta intestata, sulle mail), per fare un esempio, una cosa è scrivere "Tizio Caio assistente sociale", ben altra cosa è "dott. Tizio Caio, assistente sociale specializzato in criminologia". TUTTI E DUE sono modi di comunicare lo stesso assistente sociale, "nella sostanza" i contenuti dell' "assistenza" sono ben diversi, mi pare.

Insomma, se dalla parola alla sostanza passa un senso, questo senso lo dà ognuno di noi, NON il gruppo. Come il definirsi "dottori": formalmente è la laurea che dà il titolo, nei fatti è ognuno di noi che si definisce dottore se si reputa competente dopo la laurea.

Quanto all' "operatore", cara Zuccherina, il problema è "interno": molti colleghi se lo danno da soli, si comportano da "operatori", addirittura il termine è di voga in tanti testi di servizio sociale proprio da parte dei colleghi-docenti.

Il "problema della legittimazione" ce l'abbiamo all'interno, non all'esterno. Per paradosso l'esterno ci riconosce di più dell'interno. Gli stessi utenti, a volte, ci riconoscono più competenza degli stessi colleghi...................

Ugo Albano

_________________
Ugo Albano

=============================
CONTATTO DIRETTO:
http://digilander.libero.it/ugo.albano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 9:29 am 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: mer, 19 nov 2008 - 1:41 pm
Messaggi: 8
Vi ringrazio entrambi,soprattutto il dott.Ugo Albano che ci fa da papà un pò a tutti ma soprattutto da maestro.:D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 11:09 am 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mar, 19 mag 2009 - 6:29 pm
Messaggi: 194
Certamente il problema è pure interno......ma anche tra le professioni...poichè ricordo di una volta in cui un laureato in giurisprudenza mi disse cosa facevo....ed io ovviamente "assistente sociale".....quando siamo entrati nuovamente nel discorso...lui non mi ha chiamata più assistente sociale ma operatore sociale come se la mia professione non avesse un nome specifico ma si potesse catalogare in una zona ampia che contiene un pò di tutto.......lui continuava a definirsi avvocato e si riferiva a me col termine di operatore sociale...(è inutile dire che mi sono in.....ta con lui come una iena :evil:)!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 12:45 pm 
Non connesso
Malato per AssistentiSociali.org
Malato per AssistentiSociali.org
Avatar utente

Iscritto il: ven, 04 mag 2007 - 10:22 am
Messaggi: 1731
Località: Forlì
Cara Zuccherina,

ti insegno un trucco: sii "reciproca" nelle comunicazioni.

Se l'avvocato ti chiama "operatore sociale", tu chiamalo "operatore giudiziario" (...tanto, lo è!!).

A me capita con i medici: loro sanno che io sono laureato e mi chiamano "signor..." ed io mi rivolgo a loro dicendo "signor....". Poi prima o poi ci incazziamo e ci mettiamo d'accordo.

Le "asimmetrie" sociali, che rappresentano un (assai presunto) potere si basano pure su queste cose: basta vedere i politici tra di loro. Esempio per tutti il Berlusca, lo chiama "signor Di Pietro" (per dirgli che è ignorante) e Tonino (da buon meridionale...) gli manda a dire "il signor indagato Berlusca....).

Ci si può pure divertire, insomma.


Ma il vero problema sono gli assistenti sociali, i quali spesso si definiscono "operatori". E se c'è chi è laureato (perchè la maggioranza non lo è!), sono proprio i colleghi a non accettare il suo titolo di "dottore".

Ugo Albano

_________________
Ugo Albano

=============================
CONTATTO DIRETTO:
http://digilander.libero.it/ugo.albano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 1:08 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mar, 19 mag 2009 - 6:29 pm
Messaggi: 194
hahahahaha.......si farò così.....!Dovrebbe essere anche divertente :lol: !!!!!Rispetto contro rispetto :wink:
L'ultimo punto non mi è chiaro......vuoi dire che i "vecchi" assistenti sociali non laureati guardano con timore e diffidenza assistenti sociali laureati? Se è così bisogna andare a vedere se quelli non laureati svolgono le stesse mansioni dei laureati!!!!Ahimè...ho paura che sia così :cry:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 2:01 pm 
Non connesso
Malato per AssistentiSociali.org
Malato per AssistentiSociali.org
Avatar utente

Iscritto il: ven, 04 mag 2007 - 10:22 am
Messaggi: 1731
Località: Forlì
si, è proprio così. Fa fede il possesso del requisito formale per fare l'assistente sociale, ora la laurea, tempo fà quel che c'era.

Ugo

_________________
Ugo Albano

=============================
CONTATTO DIRETTO:
http://digilander.libero.it/ugo.albano


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 3:05 pm 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Messaggi: 6075
Località: Pordenone
A me è capitato di sentire colleghi della "vecchia generazione" che ritenevano inutile mettere per iscritto il titolo di dottore.
Come si può proporsi nei loro confronti senza passare per vanitosi (scusate se non è il termine più appropriato)?

A volte penso che gli utenti abbiano meno problemi verso il nome di "ass.soc." che gli ass.soc. stessi....

_________________
Ash Nazg
-----------------------------
www.assistentisociali.org


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 3:15 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mar, 19 mag 2009 - 6:29 pm
Messaggi: 194
eppure basterebbero pochi anni per prendersi una laurea visto che un pò di strada già hanno fatto!Poca voglia di rimettersi sui libri?E' anche un problema di mentalità visto che i "vecchi" assistenti sociali concepiscono il servizio sociale "preistorico" privo di aggiornamenti e di nuove opportunità lavorative....Tutto questo è molto triste se si pensa che il rapporto laureati/non laureati e di 1:1.000.000!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 3:23 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mar, 19 mag 2009 - 6:29 pm
Messaggi: 194
Vorrei invitare tutti i laureati in servizi sociali a presentarsi agli altri come Dottori visto che è un titolo che ci spetta per legge......e di non provare nessun senso di colpa nel dirlo!!!!Invito a rapportarsi agli altri professionisti come persone alla pari....e non fare mai quello che non spetterebbe a noi semplicemente per farsi bello agli occhi di altri professionisti(diamo rispetto solo se lo riceviamo)!E magari nelle situazioni spiacevoli di cui ho parlato sopra mettere in atto il consiglio del Dott. Ugo Albano.....che mi sembra un modo carino e gentile :mrgreen: per far capire all'altro che ci deve rispetto....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 3:44 pm 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Messaggi: 6075
Località: Pordenone
Il rispetto va oltre i titoli.
Se gli utenti mi appellano "signora" o "signorina" invece che "dott.ssa" io personalmente non mi offendo.

Penso che i colleghi che ormai sono avanzati nel percorso lavorativo non hanno l'interesse di prendersi la laurea se possono fare le stesse cose e prendere gli stessi soldi con il titolo già in loro possesso.
Ovviamente l'aggiornamento è essenziale per migliorsi professionalmente e stare al passo con i tempi, e questo sta alla responsabilità di ciascun collega.

_________________
Ash Nazg
-----------------------------
www.assistentisociali.org


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 4:21 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mar, 19 mag 2009 - 6:29 pm
Messaggi: 194
neanche io mi offendo se è l'utente a farlo....anche perchè con tutto il rispetto ci sono persone che non hanno conoscenza della professione nello specifico ma ESIGO rispetto dai miei colleghi-altri professionisti che magari lavorano in èquipe con me!
Purtroppo il fatto che si possano fare le stesse cose è tristemente vero.....ma allora perchè non aumentare le opportunità lavorative(mansioni) offerte dal nostro corso di laurea lasciando ai non laureati quelle già esistenti?(visto che toglierne non è possibile)?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 4:22 pm 
Non connesso
Novizio
Novizio

Iscritto il: mar, 19 mag 2009 - 6:29 pm
Messaggi: 194
cioè il discorso non è tra chi magari aveva una laurea altra e svolgeva la nostra professione e chi ha la laurea specifica...ma tra gente laureata e gente non laureata: una differenza deve pur esserci!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il nome dell'assistente sociale
MessaggioInviato: mar, 16 giu 2009 - 5:08 pm 
Non connesso
Malato per AssistentiSociali.org
Malato per AssistentiSociali.org
Avatar utente

Iscritto il: ven, 04 mag 2007 - 10:22 am
Messaggi: 1731
Località: Forlì
Credetemi, non è facile definirsi "dottori" con la gente. Non si tratta di "rispetto" (questo dovrebbe esserci per tutti), ma di competenza.

Quando un utente mi chiama dottore si aspetta autorevolezza e competenza. Quelle o ci sono, o non ci sono. Quindi lo sforzo è con me stesso.

Autorevolezza e competenza non si acquisiscono con la laurea, quest'ultima può essere la partenza del percorso.

"Dottore" viene da "docere", insegnare. Un dottore deve quindi non solo fare, ma sapere, e comunque "comunicare la teoria ai profani". Chi sa fare questo incarna il "dottore"

La laurea può essere un presupposto per partire, non per arrivare. Occorre quindi "teorizzare" sempre, di continuo, e comunicare la teorizzazione all'esterno. E noi ci riusciamo bene: basta vedere questo sito.................

Ugo Albano

_________________
Ugo Albano

=============================
CONTATTO DIRETTO:
http://digilander.libero.it/ugo.albano


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO
Grafica a cura di NazgDesign.com - Ottimizzazioni by I.T.A. Solution

News News  SitemapIndex SitemapIndex  RSS Feed RSS Feed  Channel list Channel list