Area Shopping su AssistentiSociali.org

AssistentiSociali.Org

Il portale italiano degli assistenti sociali
*

*

* *
  
Oggi è dom, 19 gen 2020 - 8:44 am

Tutti gli orari sono UTC





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: dom, 12 lug 2009 - 3:22 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: mer, 13 feb 2008 - 10:40 am
Messaggi: 1
ciao a tutti sono un assistente sociale appena laureata, non ho mai lavorato. ho bisogno di un consiglio. praticamente un amica mi ha chiesto consiglio su un caso.
caso:

c'è stata una segnalazione al servizio sociale, per un caso di una bambina che manifesta comportamenti aggressivi a scuola. l'assistente sociale ha svolto dei colloqui con i genitori. Dai colloqui è emerso che il marito è alcolizzato e picchia la moglie. il caso mi è stato raccontato a larghe linee quindi non so bene come si è mossa la collega. Sò che al padre sono stati spiegati i rischi di perdere la custodia della figlia e lui ha chiesto alla mia amica(sua collega) di trovargli una comunità dove potersi curare (credo per scarsa fiducia nell'assistente sociale).
Il mio dubbio è ....
ma se il padre è violento nei confronti della moglie e quindi la situazione è pregiudizievole per il minore (oltre che per la moglie)non è il caso di inserire il padre in tempi brevissimi in un centro di recupero?? o comunque allontanare la madre e la bimba dal padre ed inserirle in un ambiente più protetto??? è possibile che la collega temporeggi per difficoltà di inserimento nella strutture (casa-famiglia)della madre o del minore ??? e poi l'as non ha l'obbligo di denuncia della violenza ?? non andrebbe consultato il tribunale??? ....mi è stato detto che l'obiettivo principale dell'as che si occupa del caso è quello di occuparsi della riabilitazione del padre...ma non bisogna tutelare il minore prima di tutto??? non so, io avrei agito diversamente però non avendo esperienza potrei giungere a decisioni affrettate, quindi chiedo un consiglio a voi colleghi .
ammetto che le informazioni sono poche e frammentate e che per attuare un intervento è necessaria un analisi più accurata. la mia perplessità è legata al fatto che l'a.s. ha stabilito con il padre un termine (entro settembre) entro il quale il padre deve entrare in comunità per non perdere la custodia della figlia...ma fino a settembre il padre vive in casa e picchia la moglie davanti alla bimba?? ..mi sembra un pò assurdo.... no???
ringrazio anticipatamente
ciao julia...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: mer, 29 lug 2009 - 7:43 am 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Messaggi: 6121
Località: Pordenone
Io coinvolgerei il Sert per la questione dell'alcolismo.
L'ass.soc. su richiesta della moglie può attivarsi per reperire una comunità che accolga lei e la figlia, con i tempi che ovviamente sono necessari. Però potrebbe anche trovare rifugio da parenti.
La moglie può anche decidere di denunciare il marito per le percosse e la procedura penale andrebbe avanti d'ufficio.

_________________
Ash Nazg
-----------------------------
www.assistentisociali.org


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: lun, 29 mar 2010 - 10:23 am 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: lun, 29 mar 2010 - 9:53 am
Messaggi: 5
Buongiorno, ho un caso analogo dove pero' l'alcolista e' la madre(RUSSA) che continua a maltrattare e strumentalizzare il figlio da almeno 2anni nello stato di alterazione e a volte in coma etilico (documentato)
Il Padre si e' di fatto separato su consiglio di un avvocato(non legalmente da 1ANNO) visto la situazione ambigua "La mia paura e che separandomi lei alle strette possa portare con se mio figlio in Russia." il tribunale dei minori si e' limitato nell'avviare un approfondimento NPI per il bambino e solo accertamenti per la madre al NOA ed inoltre richiedere una regolamentazione dei turni/visite con la madre (che invece continua a fare come vuole) e "monitorare" la situazione.
COME ed in che MODO si puo'far valere le prove registrate e filmate di questi continui maltrattamenti del bambino legalmente ?
A questo punto dopo il processo penale(con maltrattamenti in famiglia strategicamente denunciati dalla madre vs il padre) e' utile una separazione con un affido al 100% al padre?
Fatemi sapere vi prego !

Grazie Massimo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: lun, 29 mar 2010 - 5:00 pm 
Non connesso
Apprendista
Apprendista
Avatar utente

Iscritto il: lun, 25 ago 2008 - 4:44 pm
Messaggi: 82
non ho capito con chi vive il minore..
hai provato a relazionare in merito il Tm, anche perchè è già aperto un fascicolo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: mer, 31 mar 2010 - 12:33 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: lun, 29 mar 2010 - 9:53 am
Messaggi: 5
Ciao,
Il bambino tramite accordi verbali tra i genitori, sta un po con il Papa' nella casa dei nonni paterni e con la mamma in una situazione di super visione supportata da A.sociali .
Mentre il TM si espresso con il messaggio"visto l'ambiguita' della situazione attende la separazione ufficiale (non ancora avviata)per far pronunciare il tribunale ordinario sulla collocazione del bambino(silava le mani?) ,attende gli esiti degli accertamenti al NOA della madre e l'approfodimento NPI sul bambino.Pertanto il collocamento non spetterebbe al TM ,ma al Tribunale in sede di separazione nonostante nel frattempo la madre continua ad avere il bambino con se anche nei momenti di crisi dovuti all'alcool !

E' possibile che per la gravita' della situazione nessuno solleciti la tutela di un bambino così piccolo ?
Cosa mi consigliereste fare una separazione consensuale contestualmente al processo penale per attivare un concreto aiuto e una situazione piu' stabile ,
oppure attendere l'esito del Processo penale (mesi?) visto che allo stato attuale non si hanno prove ,per poi agire di conseguenza ?
Grazie Massimo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: mer, 31 mar 2010 - 1:43 pm 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Messaggi: 6121
Località: Pordenone
Forse potrebbe essere utile un affidamente del minore al servizio sociale per sostegno e controllo... :?
ma questo lo decide il TM.

Credo che tu debba sempre relazionare al TM quando hai un aggiornamento importante, evidenziando i nodi critici e le difficoltà/potenzialità genitoriali.

_________________
Ash Nazg
-----------------------------
www.assistentisociali.org


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: mer, 07 apr 2010 - 7:19 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: lun, 29 mar 2010 - 9:53 am
Messaggi: 5
intendi anche un collocamento presso i S.c. ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio, 08 apr 2010 - 7:24 am 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Messaggi: 6121
Località: Pordenone
Massimopiac1 ha scritto:
i S.c. ?
sarebbe?

_________________
Ash Nazg
-----------------------------
www.assistentisociali.org


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: gio, 08 apr 2010 - 5:47 pm 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: lun, 29 mar 2010 - 9:53 am
Messaggi: 5
Ciao Nazg,
innanzitutto ti ringrazio per l'attenzione , intendevo dire Ass. sociali .


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: ven, 09 apr 2010 - 5:38 pm 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Messaggi: 6121
Località: Pordenone
Massimopiac1 ha scritto:
intendi anche un collocamento presso i S.c. ?


Non c'è un collocamento presso i servizi sociali...l'assistente sociale non si porta a casa i bambini (per fortuna!!! :mrgreen: ).

Per affidamento al servizio sociale per sostegno e controllo si intende che l'ass.soc. deve verificare costantemente il benessere del bambino con gli strumenti che gli sono propri e relazionare al giudice. Questo a prescindere da dove si trovi il minore (famiglia propria, comunità, famiglia affidataria,...)
L'ass.soc. può proporre al tribunale per i Minorenni nei casi necessari, cioè nelle condizioni di grave pregiudizio per il minore, un allontanamento dal nucleo familiare e il conseguente collocamento extrafamiliare. Poi il T.M. se riterrà opportuno potrà prevedere con un decreto il collocamento del minore in comunità e l'ass.soc. dovrà eseguire tale decreto.

_________________
Ash Nazg
-----------------------------
www.assistentisociali.org


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: mar, 13 apr 2010 - 11:24 am 
Non connesso
Dormiente
Dormiente

Iscritto il: lun, 29 mar 2010 - 9:53 am
Messaggi: 5
Grz. Nagz.,

domanda ancora piu' ardua :

come si fa' ad impedire alla madre di portare il bambino in Russia ?
( Visto il complicato stato sia di salute e psicologico in cui si trova la madre non e' da escludere un mancato rientro in Italia dei 2 !), di conseguenza come si deve comportare il padre in termini tecnici deve fare uno scritto :idea: ?

Siamo sicuri che con un affido ai serv. sociali la situazione penale non si complichi :twisted: ?
Riguardo a prima per l'appunto intendevo un collocamento temporaneo presso un struttura famiglia :idea: .

E' possibile che i due coniugi ancora non si separino ?
:?
P.S. Preciso che il bambino e' Italiano nato in Italia ,ma con la cittadinanza anche RUSSA.

Grazie in anticipo Massimo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chiedo un consiglio: violenza in famiglia.....
MessaggioInviato: ven, 16 apr 2010 - 10:01 am 
Non connesso
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mar, 19 set 2006 - 7:49 pm
Messaggi: 6121
Località: Pordenone
mi sa che sarebbe opportuno interpellare un legale. io non me la sento di fare ipotesi.

_________________
Ash Nazg
-----------------------------
www.assistentisociali.org


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 12 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO
Grafica a cura di NazgDesign.com - Ottimizzazioni by I.T.A. Solution

News News  SitemapIndex SitemapIndex  RSS Feed RSS Feed  Channel list Channel list