Area Shopping su AssistentiSociali.org

AssistentiSociali.Org

Il portale italiano degli assistenti sociali
*

*

* *
  
Oggi è dom, 21 lug 2019 - 9:35 am

Tutti gli orari sono UTC





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Bei tempi all'Università...
MessaggioInviato: lun, 17 dic 2012 - 6:04 pm 
Non connesso
Apprendista
Apprendista

Iscritto il: mer, 13 feb 2008 - 5:38 pm
Messaggi: 86
Località: Italia
Per SaraR: in merito a corsi di aggiornamento ho trovato questo:
http://www.childandfamilytraining.org.uk/opencourses.html

A prima vista sembra interessante, e ci sto facendo un pensierino...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bei tempi all'Università...
MessaggioInviato: mar, 18 dic 2012 - 4:28 pm 
Non connesso
Apprendista
Apprendista

Iscritto il: mar, 07 ago 2012 - 9:46 am
Messaggi: 59
Grazie Chiara89, anche io sto studiando seriamente l'inglese e facendo le pratiche per il riconoscimento del titolo, vista la tua esperienza avrei tante cose da chiederti, perchè da qui è difficile capire come funziona in UK (scusa non ho capito dove andrai). Certo non posso pretendere di arrivare e trovare lavoro come assistente sociale, ma non ho contatti, recapiti in loco; non saprei dove andare, anche per iniziare con uno stage, volontariato, tirocinio e magari mantenermi come baby sitter... pensavo un master per entrare nel settore e conoscere professionisti, enti, associazioni, che mi aiutassero a capirci qualcosa... non a Londra magari, ma in città più piccole per cominciare, ma in internet non trovo nulla....anzi tante info che fanno tanta confusione....mi consigliavano Cambridge....tu come hai fatto a richiedere una borsa di studio? dove hai svolto il tirocinio? non c'è proprio modo di contattarti "privatamente" per chiederti alcune info?, in merito magari ad associazioni che organizzino e diano l'opportunità di stage, info in merito a master con stage, avevo pensato di iscrivermi alla specialistica lì, ma se c'è frequenza obbligatoria non posso lavoriccHIARE PER MANTENERMI...mi faresti una grande cortesia!!

Per Davide: grazie Davide gentilissimo, io ero più intenzionata ad un master (6-12 mesi) in UK (non a londra) se hai info mi faresti sapere?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bei tempi all'Università...
MessaggioInviato: mer, 19 dic 2012 - 8:16 am 
Non connesso
Militante
Militante
Avatar utente

Iscritto il: sab, 03 apr 2010 - 2:05 pm
Messaggi: 283
Località: Parigi
Ciao Sara, io andrò a Parigi quindi non so dirti nulla sull'Inghilterra... :wink: Ho scritto solo per "testimoniare" la mia esperienza all'estero a un'età simile alla tua e per incoraggiarti. Per le borse di studio informati presso la tua regione. Nella mia (Friuli-Venezia Giulia) i corsi post laurea all'estero sono finanziati (copertura dell'80% delle spese di iscrizione + 350 euro al mese) per tutti i residenti che ne fanno richiesta tramite il FSE, senza limiti di età. Anche nel 2013 sarà così, ma non penso proprio che sia l'unica regione che procede in tal senso!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bei tempi all'Università...
MessaggioInviato: mer, 19 dic 2012 - 1:29 pm 
Non connesso
Apprendista
Apprendista

Iscritto il: dom, 01 mag 2011 - 12:12 pm
Messaggi: 53
Sara.....
io mi sono attaccato anni fa a vari progetti europei. ho iniziato con l'erasmus dove ho infilato il tirocinio, poi il leonardo poi lo sve e via dicendo... ho cercato di costruire un CV con varie esperienze europee, che tenesse conto della mia laurea precedente, arricchendolo con esperienze lavorative con adulti, famiglie vulnerabili in servizi residenziali terapeutici e con lavoro di comunità.
ho provato e riprovato, sin dal primo progetto erasmus per finire che con lo sve e con altri programmi; ho scritto e mi sono messo in contatto con centinaia di organizzazioni in tutta europa. stesso discorso col leonardo. ho provato germania, francia, spagna,portogallo, irlanda, uk, quel periodo la mia mail bruciava! :lol:
ci sono tante opportunità di volontariato europeo, che ti danno la possibilità di fare il primo passo. c'è l'ufficio eures, ci sono i job placement nelle università, ci sono i campi di volontariato internazionale
molto di più di questo forum!! su su!

poi è stata la volta delle borse di studio. neanche io potevo permettermi un master ma ho ottenuto dopo quasi due anni di tentativi, una borsa di studio... e ho ottenuto un posto per un phd dopo aver lavorato mesi per stendere un progetto di ricerca. poi nel frattempo è arrivato un posto in un master e alla fine ho scelto quest'ultimo.

in Uk la situazione è completamente cambiata negli ultimi due anni. da una situazione di occupazione stabile, si è passati ad una situazione difficile. i tagli del governo hanno bloccato il mercato del lavoro dei social worker. ora chiedono minimo due anni di esperienza e l'iscrizione al nuovo albo nazionale per le professioni della salute aperto nell'agosto 2012, vedi link sotto. i master in social work della durata di due anni, la nostra specialistica per intenderci, è in fase di revisione in tutte le università inglesi (differente percorso per i gallesi, scozzesi e nordirlandesi) da agosto 2012, e ora tutte le uni, devono conformarsi ai nuovi criteri di accesso e selezione della professione.

per quanto riguarda il titolo di accesso al loro albo nazionale, unico in tutto il paese per le professione della SALUTE con dentro psicologi, psicoteraputi, biomedici, clinici, art therapists, le richieste di accesso sono diventate durissime e questa volta anche nei confronti della UE, per cui però si mantiene un accesso almeno provvisorio compresi per noi poveri migranti "PIIGS" :)

alcune problematiche che ho verificato personalmente è che la legislazione da poteri discrezionali al consiglio nazionale delle professioni della salute nell'accettare e valutare ogni singola application, quindi non si capisce bene quali sono i criteri oggettivi di esame per la valutazione della qualità delle esperienze accademiche e professionali.

la notizia positivissima è che in england diverse professioni utiliizzano le stesse metodologie di lavoro del social worker, per cui si può arrivare all'obiettivo anche con altre professioni.

inoltre in UK stanno riscoprendo la figura professionale del "social pedagogue"..europeo. quindi, le nuove direttive in moltissimi servizi saranno quelle di creare nei prossimi anni, una formazione ibrida fra social worker e social pedagogue o comunque di considerare la formazione pedagogica come fondamentale nei processi di assessment e valutazione psicosociopedagogica.

per chi fosse interessato questo è il nuovo consiglio nazionale. navigando ci sono tutte le raccomandazioni e il percorso preferenziale per i cittadini UE, per i social worker internazionali che volessero venire in England.

http://www.hpc-uk.org/aboutregistration ... tedtitles/

sono a disposizione, scrivetemi in privato se vi va che mi arriva la comunicazione direttamente nella mia mail e posso risp..prima.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bei tempi all'Università...
MessaggioInviato: mer, 19 dic 2012 - 3:37 pm 
Non connesso
Militante
Militante

Iscritto il: sab, 16 gen 2010 - 9:32 pm
Messaggi: 252
Chapeaux, Davide... :shock: che esperienze... Molto positivo e atipico che gli assistenti sociali siano inquadrati tra i professionisti della salute (sicuramente vantaggioso), in Spagna siamo ancora assai indietro, attualmente nemmeno lo psicologo, senza master di due anni in clinica, é considerato professionista della salute... :shock: Sono molto d'accordo sulla contaminazione socio-pedagogica, che mi sembra di capire é anche il modello tedesco. Piú mi affaccio in Europa e piú penso che fermarsi a una sola nazione sia estremamente limitante per un lavoro simile...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bei tempi all'Università...
MessaggioInviato: mer, 19 dic 2012 - 7:25 pm 
Non connesso
Apprendista
Apprendista

Iscritto il: mar, 07 ago 2012 - 9:46 am
Messaggi: 59
Per Davide: Grazie!!!!!!questa è la solidarietà che contraddistingue (almeno dovrebbe) gli assistenti sociali. Come faccio a contattarti privatamente? Mi avevano anticipato che il riconoscimento è diventato "duro", io non ho purtroppo ancora maturato esperienza come assisytente sociale, presumo che per frequentare un master (come è inteso in italia) per entrare nel settore e cominciare a capire qualcosa, ci voglia la retrazione.....mi interessa il discorso della formazione anche pedagogica, (io lavoro da anni comn i bambini, non però come assistente sociale); magari ci si può specializzare nel settore (si trova qualcosa ion internet?). Mi informerò delle varie associazioni di volontariato, magari in località piccole, anche se il mio inglese è ancora basico....A presto.
Sara.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bei tempi all'Università...
MessaggioInviato: gio, 20 dic 2012 - 5:18 pm 
Non connesso
Apprendista
Apprendista

Iscritto il: dom, 01 mag 2011 - 12:12 pm
Messaggi: 53
eh pallaspina forse da come l'ho scritto sembra chissà cosa hah.. preciso non ho lavorato in tutti quei paesi, per esempio non sono mai riuscito a combinare nessun progetto in francia o germania nonostante ci abbia provato e riprovato, neanche con lo sve. alla fine il mio destino mio ha portato in uk.
penso che sono valide esperienze ma ora sto lavorando per una stabilità e continuità professionale che ti da un altro tipo di esperienza come hai tu per esempio.
anche io qui come molti colleghi lamento quel tipo di esperienza quotidiana. detto ciò sono contento di averci costruito prima un bel percorso variegato e lo augurerei a chiunque sente di buttarsi...
io credo che in uk con questo cambio governativo si sia messo in pratica il concetto di multiagency and interagency sociosanitario. l'organizzazione mondiale della salute fa rientrare nel termine salute non solo un discorso medico ovviamente ma finalmente anche le risorse sociali del territorio e per questo il contributo dell' AS è la base unito a nuovi esperimenti di pedagogia di comunità che qui davvero sono tanti e vengono soprattutto dai dipartimenti di geografia umana e sociologia.

inoltre qui i social services ruotano attorno al team di social workers che è il pilastro/coordinatore di risorse.
è una vera e propria applicazione innovativa secondo me, di molte cose contenute nella nostra 328; le risorse economiche, il senso civico e professionale qui sono ben altra cosa in effetti.

si esatto... direi anzi in questo caso l'inghilterra si sta aprendo al modello tedesco/danese/svedese e alla figura del social pedagogue. noi invece in italia il travagliatissimo percorso di scienze dell'educazione che creava la figura dell'educatore professionale o pedagogista presente anche in spagna, l'abbiamo fatto fuori per seguire i paese anglofoni ed essere più al passo col welfare sociosanitario e cosi le facoltà di medicina hanno arruolato un nuovo tecnico.
ee vabbè... non ci fermeranno..

sara ora provo a contattarti.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
phpBB SEO
Grafica a cura di NazgDesign.com - Ottimizzazioni by I.T.A. Solution

News News  SitemapIndex SitemapIndex  RSS Feed RSS Feed  Channel list Channel list